Tutorial > workflow
Stampare le foto

- Stampe Jnkjet (Stampiamo in modo corretto le nostre foto)

Nell'ultimo periodo i costi delle stampanti a getto d’inchiostro (inkjet) si è notevolmente abbassato, e la disponibilità di carte ed inchiostri spesso invoglia la stampa delle foto in casa. Il costo delle stampe casalinghe purtroppo è ancora alto rispetto a quello del laboratorio, ma la qualità che si riesce ad ottenere utilizzando le giuste tecniche è spesso superiore.
Se abbiamo la necessità di stampare numerose foto come nel caso di una cerimonia o una festa, la stampa fai da te è sconveniente, ma se volessimo realizzare un'ottimo ingrandimento da incorniciare allora credo sia questo il giusto utilizzo della stampante. Ad esempio io stampo molti 20x30 (A4) delle mie foto con una qualità elevata.

Vediamo in che modo possiamo ottenere ottimi risultati: utilizziamo dove possibile il profilo colore ICC dedicato per carta e stampante. I profili dedicati sono scaricaricabili dal sito del costruttore della stampante , ad esempio nel mio caso stampante Epson più carta Premium Glossy stessa marca. Eventualmente c'è la possibilità di crearseli utilizzando un colorimetro per stampanti, purtroppo questo non è molto conveniente visto il costo ancora elevatissimo di questi strumenti di taratura.
Nel caso in cui non si riuscissero a reperire i profili colore per un dato tipo di carta, si può procedere con una taratura fine del drive della stampante utilizzando una stampa di riferimento che andrà visualizzata a video e confrontata e valutata con quella stampata. (Ricordo ancora che il monitor va perfettamente tarato con la sonda). Io ad esempio mi sono creato varie impostazioni del drive della mia Epson in base ai vari tipi di carta utilizzati, quello nell'esempio è il mio settaggio per i "Paesaggi" con carta "Glossy":
Luminosità [+8]
Contrasto [+2]
Ciano [+4]
Magenta [-8]
Giallo [+0]

Settaggio Photoshop senza profili ICC
Se utilizziamo questa procedura e cioè la gestione del colore tramite il drive della nostra stampante, come appena visto sopra, dovremmo settare photoshop come nell'esempio quì a fianco, e cioè comunicare al software che non dovrà gestire il colore impostando nella casella di stampa "Gestione colore effettuata dalla stampante"















Stampe con profilo ICC
Utilizzare i profili icc dedicati è molto semplice, facciamo un esempio pratico con una stampante economica come la R200 della Epson. Procuriamoti i file icc della stampante, li possiamo trovare sul sito del costruttore oppure spesso anche nel cd di istallazione dei drive fornita a corredo. Ma cosa sono in definitiva i profili ICC, questi non sono altro che le informazioni dalla casa costruttrice per stampare correttamente i colori con quella specifica stampante e con quella specifica carta fotografica.
I profili vanno utilizzati con il nostro software di stampa (nell'esempio photoshop), in seguito sarà importantissimo disattivare tutte le regolazioni colore sul drive della stampante come nella figura sotto, sarà il software a gestire la stampa mediante il profilo e non la stampante, come nell'esempio a fianco:

1) Gestione colore effettuata da photoshop
2) Profilo stampante R200 carta Premium Glossy
3) Colorimetro relativo
4) Compensazione punto nero

Settaggio drive stampante
Come è stato appena detto, una volta che assegnamo la gestione del colore al nostro software (photoshop) utilizzando i profili ICC, dobbiamo assolutamente intervenire sul drive di stampa e disabilitare ogni ulteriore controllo del colore sulla nostra stampante come nella figura a fianco). Fatto questo potremmo procedere e stampare la nostra immagine.


Per concludere, vediamo come ci dobbiamo comportare:
se c'è la possibilità di utilizzare i profili icc/icm il mio consiglio è quello di utilizzarli, perchè come è stato già detto avrete la perfetta taratura della stampante con quel tipo di carta (solitamente carta e stampante sono della stessa marca).
Nel caso invece venisse a mancare uno di questi, ad esempio se utilizziamo un tipo di carta differente da quello indicato nel profilo ICC, possiamo procedere con la taratura personalizzata del drive, senza utilizzare i profili ICC/ICM.


 << Indietro